SONY DSC

GEAPRESS – Intervento, nelle mattinata di ieri, dell’Arma dei Carabinieri che ha provveduto a denunciare tre soggetti accusati di catturare avifauna protetta dalla legge.

I militari, mentre transitavano in contrada Bragone, nei pressi di Termini Imerese (PA), notavano un’autovettura  parcheggiata lungo una strada sterrata nelle adiacenze di un appezzamento privato. Il cancello in rete metallica, che dava accesso al all’area, risultava aperto.

Nella proprietà regolarmente recintata, a circa 50 metri dalla strada, venivano individuate, sedute sotto un albero e parzialmente coperti dalla vegetazione, tre persone le quali, alla vista dei militari, tentavano di darsi a repentina fuga a piedi, cercando rifugio tra la vegetazione. I Carabinieri, però, li raggiungevano subito, bloccandoli.

Sul posto veniva trovata una sacca di colore celeste, contenente il kit utilizzato per catturare i cardellini. Veniva così sequestrato un tagliaunghie, un paio di guanti da lavoro, alcuni stracci e un porta bacchetta trappolato costruito artigianalmente in legno, nonché un borsone di colore blu e rosso contenente quattro coltelli da cucina, un piccolo sacchetto in cellophane contenente mangime per uccelli e una gabbia con all’interno un cardellino.

A circa 20 metri dalla stessa postazione, vi era la trappola realizzata con la rete in nylon dove all’estremità vi era intrappolato un Cardellino. Poco distante un’altra gabbia contenente un cardellino, utilizzato presumibilmente per attirare nella trappola i volatili selvatici.

Gli animali sono stati liberati e affidati alle cure dei veterinari.

I tre soggetti sono stati deferiti in stato di libertà per maltrattamento di animali e violazione delle norme in materia di fauna selvatica.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati