GEAPRESS – Gli uomini del Comando Stazione Forestale di Martina Franca, nel corso di un operazione antibracconaggio, dopo i sequestri eseguiti la scorsa settimana, hanno sorpreso altri quattro bracconieri che esercitavano illecitamente l’attività venatoria, in località “Pozzo del Termite – Caccavella” ricadente nell’agro del Comune di Crispiano. La suddetta località rientra nel “Parco Regionale Terra delle Gravine”, ove l’esercizio venatorio è assolutamente vietato.

I Forestali nell’ambito di tale operazione hanno denunciato a piede libero quattro cacciatori per esercizio venatorio in aree protette e introduzioni di armi all’interno delle stesse senza autorizzazione e sequestrato quattro fucili da caccia con munizioni a piombo spezzato.

Tale servizio costituisce prosecuzione ad una più ampia attività antibracconaggio avviata già dal mese di settembre, dal Comando Provinciale del CFS di Taranto in tutta la provincia, per la salvaguardia della fauna selvatica e delle aree protette, ove il bracconaggio è divenuta una pratica abbastanza frequente.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTO: