elicottero sudafrica
GEAPRESS – Il Ministro dell’Ambiente del Sudafrica Edna Molewa si è congratulata con il SANParks, l’autorità statale per i Parchi Nazionali, per l’abilità con la quale, il 25 maggio scorso, è stato evitato il peggio nel corso di un attacco armato dei bracconieri contro un elicottero che stava sorvolando in operazione antibracconaggio il Parco Nazionale Kruger (KNP).

Secondo il Ministro dell’Ambiente l’incidente evidenzia la drammatica escalation della lotta contro il bracconaggio ai rinoceronti. A quanto sembra l’elicottero è stato preso di mira per ben cinque volte in tre diverse sezioni della parte meridionale del Parco.

Fortunatamente la pronta reazione dei Rangers ha scongiurato risvolti più gravi e l’elicottero è riuscito ad atterrare con tutto il suo equipaggio.

Quattro i bracconieri arrestati. Con loro sono state trovate le armi, munizioni e le attrezzature di bracconaggio individuate nelle tre diverse zone ove è avvneuto il contatto.

Nei primi quattro mesi di quest’anno – ha affermato il Ministero dell’Ambiente Sudafricano – 363 rinoceronti sono stati uccisi in Sudafrica e di questi 232 nel Parco Nazionale Kruger che possiede la più grande popolazione di questa specie allo stato selvatico”. Si tratterebbe, comunque, di dati che tendono al ribasso nonostante siano aumentate del 28% i casi accertati di incursioni dei bracconieri.

Il Ministro si è poi rivolto alle autorità dal Mozambico, da dove provengono i bracconieri. L’invito, fiducioso, è nell’impegno a fermare gli elementi criminali che stanno dietro la caccia di frodo.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati