forestale fringillidi
GEAPRESS – Numerose gabbie con all’interno 200 fringillidi, ovvero avifauna protetta dalla legge, nonché 3 esemplari di tartarughe terrestri della specie hermanni.

Un vero e proprio allevamento, riferisce il Corpo Forestale dello Stato, scoperto all’interno di una abitazione privata di Sonico (BS) a seguito dell’intervento del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) in collaborazione con i Comandi Stazione di Edolo e Vezza d’Oglio del Corpo Forestale dello Stato di Brescia. La perquisizione, disposta dalla Procura della Repubblica di Brescia, ha così messo in evidenza la detenzione di numerosi animali che, a detta degli iquirenti, sarebbero stati detenuti in assenza della documentazione necessaria ad accertarne la legale detenzione nonché provenienza.

All’interno dello stesso appartamento La Forestale ha poi rinvenuto batterie di gabbie finalizzate alla riproduzione degli esemplari presenti.

Gli esemplari di canarini, verdoni, cardellini, verzellini, organetti, ciuffolotti, lucherini, fringuelli nonché pappagallini ondulati (cocorite), tordi, sasselli e cesene, erano detenuti in buone condizioni ed erano oggetto di una fiorente attività commerciale esplicata soprattutto su internet, svolta in totale assenza di autorizzazioni.

Gli Agenti del Corpo forestale dello Stato hanno quindi proceduto a porre sotto sequestro gli esemplari detenuti e a deferire all’autorità giudiziaria il detentore per furto venatorio, ricettazione e sanzioni specifiche della normativa per la tutela del Commercio della fauna e della flora a rischio di estinzione(CITES).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati