GEAPRESS – Nuovo intervento del Corpo Forestale dello Stato di Calice Ligure  e della Polizia Municipale di Finale Ligure (SV) ai danni di un allevatore di uccelli. La cosa incredibile è che la notizia riportata oggi, sembra quasi fotocopia (tranne che per il mancato riscontro di condizioni di maltrattamento) ad altra dello scorso 2 marzo (vedi articolo GeaPress). Controlli per l’edilizia ed ancora allevatori.

I Forestali del NIPAF di Imperia e Savona, che hanno eseguito quest’ultimo controllo, hanno riscontrato come l’allevamento di avifauna selvatica, sito nel Comune di Finale Ligure,  fosse privo di qualunque autorizzazione sia amministrativa che sanitaria.

L’allevatore è anche della FOI, la Federazione degli ornicoltori, oltre che di altre associazioni di settore. Un allevamento di avifauna selvatica (chissà perchè consentiti dalla legge italiane) con oltre 100 tra allodole, merli, tordi e fringuelli.

L’allevatore, trasferitosi dalla Lombardia, è stato trovato privo della autorizzazioni imposte dalla Regione Liguria ed altra documentazione relativa ad altri obblighi di legge come, ad esempio, la normativa sui rifiuti. Per questo, nonostante gli uccelli fossero tutti detenibili, è scattato il sequestro amministrativo sia per la struttura che per gli animali.

L’allevatore, sottoposto all’odierno controllo, è comunque una persona nota nel settore tanto da partecipare regolarmente a gare e mostre organizzate dagli ornicoltori. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).