GEAPRESS – Il calendario venatorio regionale 2012-2013 della Regione Sardegna, sarà al più presto attenzionato dai Giudici Amministrativi. LAC, WWF, LIPU ed Associazione Vittime della Caccia, patrocinate dall’Avvocato Massimo Rizzato del foro di Vicenza, si apprestano infatti ad impugnate l’atto.

Numerosi i punti di contestazione. In particolare le quattro Associazioni, chiedono l’annullamento parziale del calendario venatorio in merito all’utilizzo di munizioni al piombo per la caccia agli ungulati, l’orario di caccia con cadenza quindicinale e non giornaliera, oltre che la variazione della data di chiusura della caccia al Tordo bottaccio ed alla Cesena.

Sul primo punto le Associazioni ritengono, infatti, che vi siano gli estremi per palesare il contrasto con quanto formulato dall’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) in merito alla tossicità per l’uomo e per i rapaci necrofagi. Parere che sarebbe già stato inviato alla Regione Sardegna. L’orario di caccia, poi, violerebbe la legge nazionale sulla caccia (157/92), mentre i tempi di chiusura dell’attività venatoria a Tordo Bottaccio e Cesena contrasterebbe ancora una volta con il parere dell’ISPRA, per questo la chiusura andrebbe anticipata al 10 gennaio invece che al 31 dello stesso mese.

Si ricorda, inoltre, come lo stesso calendario venatorio 2012-2013 è stato a sua volta oggetto di specifico ricorso innanzi alla Commissione Europea e alla Commissione per le petizioni del Parlamento europeo. Ad intervenire, lo scorso luglio, furono gli Amici della Terra, ENPA, Gruppo di intervento Giuridico, LAC e WWF. Ad essere richiamata è stata la perdurante assenza di valutazione di incidenza ambientale per le aree SIC e ZPS, così come invece previsto dalla giurisprudenza comunitaria e nazionale.

Secco il commento delle Associazioni. “Vista la scarsa volontà della Regione autonoma della Sardegna di tutelare efficacemente il patrimonio faunistico isolano, saranno i Giudici amministrativi e le Istituzioni comunitarie a occuparsene“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati