cardellino
GEAPRESS – Segnalazioni anonime pervenute alla Compagnia Carabinieri Napoli Poggioreale. In un edificio di Santa Anastasia (NA) erano detenuti animali protetti.

I Carabinieri provvedevano così ad allertare, per un servizio congiunto, le Guardie Zoofile dell’E.N.P.A. (Ente Nazionale Protezione Animali) del Nucleo Provinciale che si portavano subito sul posto.

Risultavano così visibili alcune gabbie con all’interno l’avifauna protetta. In un attico, poi, vi era quello che l’ENPA ha definito definito un vero e proprio impianto di uccellagione finalizzato alla cattura di volatili. Gli stessi venivano attirati dal canto dei simili rinchiusi in gabbiette, creando cosi all’animale un’enorme stress in quanto sottoposti a comportamenti innaturali.

Ben 130 gli esemplari della specie Cardellini, Lucherini e Fanelli, verosimilmente da destinare al mercato dell’ecomafia per un profitto di circa 20.000 Euro. Subito e scattato il sequestro di rito ed una persona è stata deferita all’ Autorità Giudiziaria con l’accusa di illecita detenzione di specie protette e per uccellagione. La fauna veniva invece liberata in luogo idoneo.

I ringraziamenti dell’ENPA sono ora rivolti all’Arma dei Carabinieri sempre presente al contrasto degli illeciti relativi al mondo animale a cui tiene particolarmente.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati