bordie collie VII
GEAPRESS – “Spero non tocchi più un’arma per tutta la vita”. Così il Consiglere Regionale del PD Veneto, Andrea Zanoni, dopo i gravi fatti occorsi a San Daniele del Friuli in provincia di Udine. Stante quanto riportato da un articolo de il Gazzettino.it, un cacciatore avrebbe per due volte consecutive abbracciato il fucile uccidendo un Border Collie; poco distante vi era il suo padrone. L’immediato intervento dei Carabinieri, chiamati dai proprietari  in lacrime, ha consentito di identificare la persona.

Zanoni, nel suo intervento, oltre ad auspicare il ritiro del fucile ha chiesto pene esemplari. Va detto che la legge sulla caccia non prevede in buona parte dei casi il ritiro automatico del porto d’armi. A deciderlo, sull’ordine di valutazioni anche di carattere generale, può essere la Questura.

Il cagnolino è già stato seppellito assieme ai suoi giocattoli. Al primo colpo, sarebbe rimasto inerme. E’ poi sopraggiunto il secondo, mortale. Saranno ora gli inquirenti ad accertare la reale dinamica dei fatti e prendere nel caso i provvedimenti di legge.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati