cinghiali
GEAPRESS – Niente cacciatori per uccidere i cinghiali nel Parco Regionale dei Colli Euganei, in provincia di Padova. La Corte Costituzionale ha bocciato infatti la legge regionale che dava via libera alle doppiette. Ne da oggi comunicazione l’Eurodeputato PD Andrea Zanoni secondo il quale la decisione della Corte rappresenta una vittoria del buon senso.

Viceversa, sostiene sempre l’Europarlamentare si sarebbe trattato di un “regalo ai cacciatori”. Il tutto con la “scusa” della tutela dell’agricoltura.

“La presenza dei cinghiali nella zona – ha dichiarato l’On.le Zanoni – può e deve essere regolata con metodi non violenti”. La legge ora bocciata, prevedeva invece all’articolo 2  la possibilità per le Forze dell’Ordine di avvalersi della collaborazione dei cacciatori residenti per abbattere i cinghiali della zona.

“Ci sono metodi non violenti di controllo della loro popolazione – ha concluso l’On.le Zanoni – e squadre del Parco regionale dei colli Euganei appositamente preparate e che meriterebbero anzi maggior investimenti in termini di uomini e risorse”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati