cardellino
GEAPRESS – Un’allodola priva di un’ala, e un cardellino senza una zampa. E’ quanto scoperto dalle Guardie ENPA di Salerno nel corso di un intervento antibracconaggio che ha portato al rinvenimento di altre due allodole ed una ghiandaia, anch’esse illecitamente detenute ma per fortuna integre.

Il sospetto dell’ENPA è che i due passeriformi mutilitati siano stati così ridotti da un colpo di fucile o da altri mezzi di cattura utilizzati dai bracconieri. La solita fucilata porrebbe inoltre non avere risparmiato una Poiana, rapace diurno protetto dalla legge, recuperata grazie ad una segnalazione pervenuta alle Guardie.  Tutti gli animali sono ora stati trasportati presso il Centro di Recupero di Napoli, ove si spera di poterli riabilitare alla vita libera; cosa che, ovviamente, non sarà comunque possibile per i due uccellini mutilati ed anch’essi, come la Poiana, protetti dalla legge nazionale e da importanti disposizioni internazionali.

I controlli delle Guardie dell’ENPA si erano concentrati lungo la costiera salernitana ed avevano portato al ritrovamento di alcune gabbie, tra cui quelle con gli uccelli privati di ala e zampa. Purtroppo, non è stato possibile rilevare sul proprietario.

E’ andata diversamente nel corso dei controlli nei Comuni di Maiori e Tramonti. Alle prime luci dell’alba il personale della Protezione Animali, dopo un lungo tragitto tra le montagne, ha intercettatto tre soggetti a caccia di ungulati. Dai controlli sarebbe emerso come uno di loro era sprovvisto di porto d’armi, scaduto da un po’. Un secondo soggetto aveva un’arma carica al controllo con otto cartucce (il limite è tre) ed un terzo soggetto aveva al seguito munizioni a pallettoni.

Veniva immediatamente contattato il personale del Corpo Forestale dello Stato della stazione di Tramonti, consentendo così di deferire all’Autorità Giudiziaria i tre soggetti.  L’area sarà ora sottoposta ad ulteriori controlli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati