cabs enpa
GEAPRESS – Operazione congiunta delle Guardie ENPA di Salerno e dei volontari del CABS. In un appezzamento ai confini tra San Marzano sul Sarno e San Valentino Torio, erano state posizionate alcune gabbie trappola a scatto. Si tratta, spiegano le Guardie ENPA, di efficaci attrezzi che sfruttando il peso degli passeriformi che si agitano su delle asticelle per nutrirsi. In tal maniera  fanno inconsapevolmente scattare la porta d’ingresso della gabbia, non riuscendo più ad uscire.

Si tratta di un sistema di bracconaggio reso ancora più efficiente dall’uso di richiami vivi costituiti da uccelli di specie particolarmente protetta, nello specifico Cardellini. I richiami vengono posizionati in gabbiette poste nelle immediate vicinanze delle trappole.

All’interno dell’appezzamento venivano inoltre rinvenuti degli archetti, insolita scoperta visto il diffuso uso di questi ultimi nelle valli bresciane ma non nel salernitano. Tutto il materiale veniva posto sotto sequestro ed il presunto responsabile veniva deferito all’Autorità Giudiziaria per maltrattamento, uccellagione e detenzione di fauna selvatica sprovvista di segni identificativi. La fauna veniva trasportata presso il CRAS Asl Na1 per le necessarie cure.
Sulla via del ritorno le Guardie passano sul luogo di un incidente e trovano un cane investito. Spostata la carcassa ai lati della strada e avvertito chi di competenza per la sua rimozione si controllava che avesse il microchip ma il cane, morto da poche ore, ne era sprovvisto.

Nello stesso week end i volontari dell’Enpa di Salerno recuperavano due esemplari adulti di pipistrello Albolimbato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati