GEAPRESS – La cosa che colpisce di più, non è solo la velocità con la quale l’allevatore di uccelli passa alle mani, ma anche l’immediata stretta per il collo con la quale costringe, dopo averlo spintonato, il giovane manifestante animalista. Non curante, addirittura, delle decine di persone e della stessa presenza della Polizia di Stato subito intervenuta. Pochi fotogrammi del video pervenuto a GeaPress, mostrano chiaramente come il braccio dell’allevatore dalla presa facile, sia contratto. L’intenzione parrebbe fin troppo evidente, come minimo quella di far male. Del resto, alzando le mani, difficilmente i propositi possono essere diversi.

E dire che già nel passato, sempre nel corso della Sagra dei Osei di Sacile, lo stesso personaggio era stato querelato per un’aggressione. Poi si era ravveduto, e la querela fu ritirata. Ed ora?

L’espositore dalla stretta immediata, si fa poi guidare come un esserino inerme, da una signora alta e bionda che apparteneva al suo stesso stand, o almeno così sembrava.

Un ravveduto decisamente recidivo? Una botta di caldo? Di sicuro domenica scorsa a Sacile la colonnina del mercurio era salita parecchio. L’anticiclone africano blindava in una morsa di caldo afoso l’intero Friuli. Un motivo in più per smetterla con manifestazioni anacronistiche basate sulla detenzione di animali, siano essi di cattura oppure di allevamento. Ed un motivo in più per evitare di esporli non solo in giornate di caldo, ma addirittura sotto il sole. Fatto, quest’ultimo, per cui l’allevatore si era arrabbiato. Qualcuno, infatti, si era disgustato nel vedere quegli uccellini esposti al sole.

E dire che proprio le inidonee condizioni di detezione erano state la causa, nella scorsa edizione, di ben tre Decreti Penali di Condanna. Sole, caldo, stress. Ed ora pure la presa a strangolo dell’allevatore. Un atto vergognoso che mai può trovare una giustificazione, pur nella profonda diversa valutazione sulle modalità di trattare gli animali. Liberi e felici, secondo alcuni. In gabbiette e da vendere, secondo altri.

Domenica scorsa a Sacile, si era svolta una manifestazione animalista alla quale avevano partecipato oltre cento persone (vedi articolo GeaPress). Varie Associazioni, riunitesi nel gruppo Animalisti Friuli Venezia Giulia, hanno inoltre messo a disposuzione un sito web (CLICCA QUI) interamente dedicato a cosa si nasconde dietro queste sagre. 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: