cane caccia
GEAPRESS  – Il tutto è avvenuto a San Cesareo (RM) nel corso di una perquisizione in abitazione, scattata a seguito di un arresto per droga. Secondo quanto diffuso dall’Arma dei Carabinieri, l’oggetto dell’intervento avrebbe riguardato 110 grammi di marijuana, un bilancino di precisione oltre che l’occorrente per confezionare le singole dosi.

Ad intervenire i Carabinieri della Compagnia di Palestrina che proprio alle porte di Roma sono così venuti a conoscenza di un canile che sarebbe risultato abusivo. Il tutto in un’area definita dagli inquirenti come di “assoluto degrado“. Agli atti del sopralluogo risulterebbero cataste di rifiuti con pericolose lastre di eternit, batterie per veicoli e pneumatici di autovetture.

In un’area adiacente all’abitazione dell’arrestato, erano invece detenuti otto Setter inglesi ed un cane di razza Springer Spaniel. Secondo gli inquirenti gli animali sarebbero apparsi  denutriti e con segni di presunti maltrattamenti.

I Carabinieri della Compagnia di Palestrina hanno anche rinvenuto e sequestrato un collare elettrico ovvero, riferiscono i Carabinieri, uno strumento coercitivo. All’uomo sono stati inoltre sequestrati 5 fucili da caccia, alcuni dei quali irregolarmente detenuti e mal custoditi, oltre che numerose cartucce non denunciate.

Le gabbie e i manufatti ove erano tenuti i cani risultano alle prime verifiche come non regolamentari rispetto alle previste prescrizioni di carattere urbanistico. Dietro richiesta dei Carabinieri, anche il personale specializzato dell’ASL ordinaria e di quella veterinaria e della Polizia Locale del comune di San Cesareo.

Oltre a rispondere dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, all’uomo è stato contestato il maltrattamento e detenzione di animali in condizioni incompatibili per la loro natura, omessa custodia di armi, violazioni delle norme sull’ambiente e abusivismo edilizio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: