GEAPRESS – E’ stato uno dei primi ad utilizzare la inopportuna modifica della legge sulla caccia avvenuta nel 1992, ed iniziare ad ingrandire la sua attività di falchi allevati in cattività. In genere, Alduino Ventimiglia di Monteforte Lascaris si vede in veste medioevale in groppa al cavallo nero, pronto ad esibire falchi ed aquile. Questo durante lo show, ma ieri sera a Trastevere, li ha lasciati chiusi in macchina ed è andato in pizzeria.

Normale lo stupore dei passanti che hanno avvisato i Vigili Urbani. Lui, però, non si è scomposto, ed è riuscito pure ad intrattenere i giornalisti accorsi con una sorta di lezione sul mantenimento dei falchi, rimasti nella sua Toyota in compagnia di un cane anch’esso recluso. Tutto normale, ci sono abituati, e poi, con il cappuccio di cuoio che li priva della visibilità, si sentono protetti “come in una caverna“, avrebbe detto. Chissà se i giornalisti presenti, avevano mai sentito parlare del falco da caverna.

In realtà, il cappuccio serve ad evitare che il falco si agiti. Si rimedia con la cecità imposta dall’impentrabile cuoio, con il quale è costruito. Secondo il falconiere Alduino Ventimiglia di Monteforte Lascaris, che è pure un principe siciliano, “in qualche maniera riescono a vedere” da una piccola fessura. Insomma, in attesa della pizza, loro erano come in una caverna con fessura a vista.

Non è il caso del falconiere ieri in pizzeria, ma secondo il Corpo Forestale dello Stato sono proprio gli spettacoli di rivisitazione medioevale (spesso pagati dalle pubbliche amministrazioni) ad avere alimentato un florido mercato di animali rubati ai nidi. Le popolazioni particolarmente colpite, sono quelle siciliane. Gli animali, tra cui aquile ed avvoltoi, vengono smistati in centri di riciclaggio esistenti in paesi del centro Europa i quali, con certificazione di copertura, rientrano poi Italia.

Lui, però, il falconiere che è pure Principe ha finanche mostrato i suoi frutti di inseminazione artificile. Un incrocio tra Girfalco e Lanario. E’ stato il primo, ma non ha spiegato, ieri a Trastevere a che cosa serve (a parte i suoi spettacoli). Lo show di falconeria era stato ospitato al Circo Massimo per un evento celebrativo dell’aero club d’Italia.     

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati