caccia alla volpe
GEAPRESS – E’ stato approvato ieri il nuovo testo di legge regionale con il quale la Regione Liguria si appresta a normare l’attività venatoria.

Spicca, nel testo approvato, una aspetto che già nei giorni scorsi era stato duramente criticato da alcune associanzioni animaliste. In particolare il Consiglio Regionale ligure ha previsto una sanzione da 100 a 400 euro per “chiunque volontariamente compia azioni di sabotaggio all’esercizio venatorio, cagionando intenzionalmente l’interruzione della caccia o turbando il regolare svolgimento dell’attività venatoria“.

La nuova legge pone inoltre dei “correttivi” in funzione del nuovo ruolo delle Province e del relativo passaggio di competenze dalle Province alla Regione, che nell’ambito della legge regionale numero 15/2015 sono sfuggite al legislatore. Si prevede che sia la Regione e non le Province ad indicare agli Atc (Ambiti territoriali di caccia) e Ca (Comprensori alpini) il numero massimo entro in cui devono essere contenute le ammissioni provvisorie. Sempre secondo il Consiglio Regionale della Liguria sarebbero stati uniformati alla norma nazionale i contenuti del calendario venatorio mantenendo il riferimento all’indicazione del carniere stagionale.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati