colombacci
GEAPRESS – Sono in tutto sei i bracconieri denunciati nell’ultimo mese grazie ai controlli eseguiti dal Corpo Forestale dello Stato e dal CABS nella provincia di Reggio Calabria. Una iniziativa, ha specificato il Corpo Forestale dello Stato, voluta in occasione dell’apertura della stagione venatoria.

Dei sei soggetti bloccati, quattro sono cacciatori individuati in area ZPS (Zona Protezione Speciale). Ad essere sequestrati, oltre ai fucili, anche tre colombacci, purtroppo già uccisi.

In particolare i volontari del CABS sono intervenuti congiuntamente al Comando Stazione di Sant’Eufemia d’Aspromonte, all’interno della ZPS “Costa Viola”, in località “Rugola”. Un altro cacciatore è stato sorpreso in località “Piani d’Aspromonte” ed è accusato di avere ucciso una quaglia che ha provato pure ad eliminare. I reati vanno dall’abbattimento di specie protetta a omessa custodia di armi.

A Palmi, invece, sono stati sequestrati sei cardellini, ovvero una specie di volatile protetta dalla legge. Il detentore non avrebbe fornito alcuna informazione circa la provenienza.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati