cabs pulizie boschiGEAPRESS – Dopo la domenica di fuoco nella quale centinaia di uccelli appartenenti a specie protette sono stati abbattuti in coincidenza della prima giornata di caccia ( vedi articolo GEAPRESS GEAPRESS – Dopo la domenica di fuoco nella quale centinaia di uccelli appartenenti a specie protette sono stati abbattuti in coincidenza della prima giornata di caccia (
), il silenzio venatorio di questi giorni ed un intervallo nella migrazione dei rapaci, hanno concesso una breve tregua.

A darne comunicazione è il CABS, lo speciale Nucleo di volontari esperti in antibracconaggio, che dal 22 agosto presidia le alture che sovrastano lo Stretto di Messina.

I volontari, però, non si fanno troppe illusioni. “Non appena la migrazione riesploderà – riporta la nota del CABS – ricominceranno gli atti di bracconaggio, dal momento che i controlli sono troppo scarsi. Già per domenica prossima ci si attende una nuova esplosione di illegalità. Il CABS fa un appello anche al Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Reggio Calabria, affinchè nel limite del possibile per domenica siano disposti controlli dell’attività venatoria nelle zone più sensibili“.

Approfittando della tregua, intanto, i volontari presenti, che non hanno a cuore solo gli uccelli ma la salvaguardia della intera biodiversità, hanno provveduto a ripulire due fonti montane dell’Aspromonte, dove i cittadini si rifornivano  di acqua potabile in mezzo a cumuli di rifiuti.

In tal maniera i due siti sono stati totalmente ripuliti da alcuni quintali di rifiuti di vario genere. Le fonti boschive del Mulino di Scannaporcelli e quella di Sant’Angelo, nel territorio del Comune di Scilla, sono ora ritornate al loro splendore. Tutto il materiale recuperato è stato differenziato, avviando al recupero plastica, vetro e lattine.

Il CABS si augura che i cittadini che frequentano le due zone dimostrino maggior senso civico lasciando le due zone pulite e che l’amministrazioni comunale di scilla si adoperi per raggiungere questo obiettivo, collocando contenitori per la raccolta differenziata ed effettuando i dovuti controlli per scoraggiare l’attività illecita di poche persone incivili.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati