GEAPRESS – Ecco le foto dei due bracconieri immortalati dai volontari della LAC (Lega Abolizione Caccia) lo scorso 21 aprile a Ponza. Sono stati riconosciuti e segnalati all’Autorità giudiziaria dai volontari di LAC, CABS e ValleVegan, che fino al 22 maggio condurrano il campo antibracconaggio.

Il primo bracconiere se ne va tranquillamente in giro a sparare, nonostante il periodo di caccia sia finito da un pezzo. Il secondo (quello con il grembiulino) va in giro a piazzare archetti che spezzano le zampine agli uccelli. Le trappole le ha in mano e nella foto ne sono visibili alcune.

Archetti e finanche colla, sparsa in punti strategici per invischiare gli uccellini. Novità del bracconiere di Ponza, che nei giorni scorsi non ha esitato a mandare all’ospedale tre volontari anti bracconaggio presi a bastonate. Uno di questi era un fotografo norvegese, poi rientrato nel suo paese, la cui vicenda è stata raccontata dalla TV di Stato del paese scandinavo (vedi articolo GeaPress). Vi è stato poi l’incendio nei pressi dell’area dove era parcheggiato l’elicottero della Forestale e le operazioni di Carabinieri e Corpo Forestale che hanno condotto alla denuncia di quattro bracconieri (un ristoratore e tre pescatori).

La LAC vuole che queste foto rappresentino la migliore risposta al sedicente “scettico” che, nonostante l’eco delle fucilate, ha messo in dubbio il fenomeno del bracconaggio primaverile. In effetti a ben guardare la rassegna stampa locale è apparsa la fotografia di un giovane Consigliere comunale, tale Elio Gabriello Zecca, che in merito alle fucilate denunciate dai volontari, ha riferito che queste erano in realtà spari dei mortaretti pasquali (?) e gli scoppi dei giochi d’artificio. Il Consigliere Zecca, purtroppo, non ha fatto ancora pervenire la solidarità ai tre ragazzi finiti in ospedale grazie alle bastonate di alcuni bracconieri, poi identificati e denunciati dai Carabinieri.

Per fortuna di Ponza, l’Assessore al Turismo Maria Pagano è subito intervenuta esprimendo tutto il suo appoggio e simpatia per l’importante attività dei volontari. Un intervento opportuno ed in difesa di un isola che secondo la LAC è bellissima ma senza bracconieri sarà stupenda. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

VEDI FOTO: