GEAPRESS – Intervento dell’astrofisica Margherita Hack in favore del referendum anticaccia regionale che si svolgerà il prossimo tre giugno in Piemonte. Margherita Hack si è rivolta a tutti i cittadini piemontesi sottolineando l’esigenza di non fare mancare il quorum necessario a convalidare la consultazione referendaria. Sfuggire dal confronto referendario è invece un trucchetto al quale punta chi vuole sottrarsi al giudizio popolare. Consultazione referendaria già molto ostacolata per ben 25 anni (da quando cioè si raccolsero le firme per indirlo) da buona parte del mondo politico regionale piemontese.

Per la nota astrofisica è già un’offesa definire la caccia uno sport. In realtà, per la scienziata, la caccia è barbara e senza senso ancorché la fauna selvatica è già abbastanza stressata dagli effetti negativi dello sviluppo umano.

Gli animali appartengono alla natura, ha ribadito la Hack e tutti hanno il diritto di vivere in tranquillità. Un bisogno di fratellanza, cioè, da estendere a tutti i viventi. Da qui l’appello della famosa astrofisica: piemontesi andate a votare, ne guadagneremo in civiltà, umanità ed etica.

Peccato che la Regione Piemonte, con un notevole aggravio di costi, ha deciso di non abbinare il referendum alle prossime amministrative, relegandolo invece alla sola giornata di domenica tre giugno. Un motivo in più per non darla vinta a chi punta, sfuggendo al confronto, ad allontanare gli elettori dal seggio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: