uccelli caccia
GEAPRESS – Intervento congiunto, avvenuto domenica scorsa, della Polizia di Stato del Commissariato di Urbino e e del Corpo Forestale dello Stato del Comando Provinciale Pesaro-Urbino, che ha portato all’accertamento dei cacciatori presenti sul territorio.

L’operazione, maturata nell’ambito di controlli finalizzati a garantire la tutela della fauna e dell’ambiente, oltre che il controllo sulle armi, si è svolta nella zona di Bocca Trabaria-Alpe della Luna. Si è così verificato come alcuni cacciatori avessero abbattuto avifauna protetta dalle normative europee.

Gli stessi, però, nella fase del controllo si davano alla fuga cercando di sbarazzarsi della selvaggina.

Il personale della Polizia di Stato e della Forestale della vicina Regione Umbria, provvedevano però a bloccarli appurando come gli stessi cacciatori non avessero neanche l’autorizzazione per l’esercizio venatorio nella Provincia di Pesaro-Urbino.

Secondo il Corpo Forestale si tratterebbe quasi di una prassi consolidata: cacciatori provenienti da Regioni confinanti che non ritengono di corrispondere il pagamento per gli ambiti nella Regione Marche.

Alla fine dell’operazione è avvenuto il sequestro di fucili, confisca della selvaggina e deferimento alla Autorità Giudiziaria competente per territorio di Urbino, nonché sanzioni amministrative a carico degli stessi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati