ballarò 3
GEAPRESS – Un testo breve e determinato. Aiutateci a chiudere il mercato degli uccellatori di Ballarò.

Il messaggio è stato inviato stamani a tutti i Consiglieri Comunali di Palermo affinché anche il Comune si faccia carico della chiusura di quello che è il più grande centro di vendita in pubblica via nei paesi UE di avifauna selvatica. Ai  Consiglieri è stata data possibilità di visionare il VIDEO girato con le telecamere nascoste nelle scorse domeniche (quando viene montato il mercato dei bracconieri).

Il coinvolgimento delle Istituzioni cittadine – ha riferito una nota del CABS – è fondamentale per l’inderogabile opera di repressione di un fenomeno fuori da ogni immaginazione. Banchi più o meno approntati, che una dozzina di bracconieri espongono nel cuore del mercato storico. Numerosi reati conclamati ed una trascuratezza che sa tanto di indifferenza. Per questo crediamo che un impegno dei Consiglieri Comunali assuma un ruolo fondamentale”.

Tra via Giovanni Naso e via Nino Martoglio, ogni domenica mattina vengono montati dei “punti vendita” ove vengono esposti centinaia di volatili appartenenti alla fauna selvatica protetta e particolarmente protetta. Sono gli stessi bracconieri a fermare, in totale tranquillità, i possibili clienti dichiarando senza problemi la provenienza di “cattura” dei poveri animali. Anzi i giorni di permanenza in gabbia, e pertanto la maggiore resistenza alle mortali sofferenze, fanno la differenza sul prezzo. Cardellini, Verdoni, Usignoli, Fanelli, Verzellini ed altre specie ancora, vengono venduti per un prezzo che può arrivare anche a diverse decine di Euro. Un mercato del tutto illegale “tutelato” da una situazione disastrosa sotto il profilo dell’ordine pubblico, come è possibile evincere anche dagli stessi comunicati delle Forze dell’Ordine. Una vergogna, quella degli uccellatori, che non ha pari, per vastità ed insistenza del mercato, in nessun paese della UE.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati