GEAPRESS – Dopo l’ultimo intervento delle Forze dell’Ordine del 2 dicembre scorso (vedi articolo GeaPress ), il mercato dei cardellini di Ballarò si è nuovamente riempito come se non fosse successo nulla. I volontari della Lipu, infatti, a seguito di un sopralluogo, hanno riscontrato come la vendita illegale di questi ed altri fringillidi abbia subito ripreso il ritmo di sempre.

Rinnoviamo i ringraziamenti alle Forze di Polizia per il blitz effettuato lo scorso 2 dicembre, ma è importante che si continui a presidiare l’area in maniera assidua e costante, effettuando interventi ogni domenica – dichiara Giovanni Cumbo, Delegato della Lipu di Palermo – “Solo così si può arginare questo fiorente mercato che ormai perdura da troppo tempo ed è praticamente l’unico rimasto in Italia, se si escludono isolati episodi in altre città.”

Bisogna inoltre procedere, come avviene in altri posti, alle perquisizioni domiciliari oltre che al sequestro dei mezzi idonei a commettere l’illecito, tra questi l’automobile con la quale si trasportano e spesso si mettono in vendita gli esemplari di fauna selvatica.

Per la LIPU sarebbe inoltre importante individuare i luoghi dove vengono detenuti i fringillidi, poiché sicuramente solo una parte degli animali è venduta in piazza, la restante viene commercializzata ed esportata tramite altri canali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati