PALERMO CAPITALE UCCELLATORI
GEAPRESS – Se l’Italia ha una capitale in tema di uccellagione questa non può che essere Palermo. Un sottocultura illegale ma condivisa da numerose persone che trovano nella pubblica via di Palermo un posto sicuro dove poter vendere, alla luce del sole, fauna selvatica protetta dallo Stato italiano e dall’Unione europea.

Una capitale, dunque, in questo campo e non solo, specie se si considera il contesto del mercato di Ballarò dove “risiedono” gli uccellatori. Un mercato parallelo, a ridosso di quello storico, che a leggere gli stessi comunicati delle Forze dell’Ordine si nutre di ricettazione ed altri reati.

Non si tratta di pochi uccelli venduti in maniera accorta, ma di centinaia di piccoli fringillidi esposti in strada appartenenti a più specie “teoricamente” tutelate dalla legge.

Se vuoi fare un viaggio nella sottocultura dell’uccellagione, che Palermo custodisce nel cuore del suo centro storico a due passi dalle principali istituzioni cittadine, puoi farlo recandoti ogni domenica mattina tra via via Giovanni Naso e via Nino Martoglio.

Se vuoi darci una mano a far chiudere il mercato della vergogna puoi richiedere il DOSSIER redatto da GeaPress “UCCELLAGIONE IN ITALIA E IL CASO PALERMO”, sulla tremenda pratica dell’uccellagione e sul mercato degli uccellatori di Ballarò. Potrai ordinare l’E-BOOK a questa email info@geapress.org, con un contributo minimo di 7 euro (specificare nella causale “dossier Ballarò”) che POTRAI VERSARE QUI.
Sarai, quindi, aggiornato sugli sviluppi della campagna contro il mercato degli uccellatori di Ballarò, così come abbiamo già fatto con decine di persone sensibili che hanno deciso di sostenerci. Dal maggio 2016, ovvero da quando è stato pubblicato il Dossier, si sono succeduti 4 interventi delle Forze dell’Ordine ed una mozione approvata dal Consiglio Comunale. Nota dolente, quella della politica, perché dovrebbe essere la prima da intervenire.

COSA TROVERAI NEL DOSSIER DI GEAPRESS:
Chi sono e come operano gli uccellatori, tecniche di catture e complicità in loco, il contesto criminale che circonda il mercato degli uccellatori, numero di animali venduti e prezzi per esemplare, orari e tecniche di vendita, mappe dei luoghi.

Un mercato vero e proprio, da vera capitale dell’uccellagione nonostante l’Unione europea ha aperto nei confronti dell’Italia il cosiddetto fascicolo “EU- Pilot”, ossia la fase propedeutica alla procedura d’infrazione per la mancata repressione del bracconaggio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati