polizia di stato II
GEAPRESS – Ringraziamenti della LIPU per l’intervento della Polizia di Stato avvenuto domenica scorsa nel popolare quartiere di Ballarò, a Palermo. A seguito di una chiamata al 113 relativa alla vendita di fauna selvatica protetta all’interno del mercato, gli agenti della Polizia di Stato appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, hanno infatti provveduto a sequestrare undici gabbie con 65 cardellini e un falco. Due le persone denunciate mentre gli animali sono stati consegnati al Centro Recupero Fauna Selvatica di Ficuzza gestito dalla LIPU, tramite il Distaccamento Forestale di Palermo Falde.

La Lipu informa ora di avere inviato una lettera di ringraziamento alla Polizia di Stato per l’ottimo intervento effettuato. Gli ambientalisti ricordano però che tale vendita illecita di avifauna selvatica avviene ogni domenica mattina, fin dalle prime ore dell’alba. “La nostra richiesta – ha dichiarato  Giovanni Cumbo, delegato Lipu Palermo – è che siano effettuati nuovi interventi costanti e duraturi, in modo da confinare il problema del bracconaggio e vendita illegale di fauna.

Un importante risultato, quello di domenica scorsa, in un luogo, quale il mercato di Ballarò, dove gli uccellatori continuavano le loro attività illecite ormai da troppo tempo. L’ultimo blitz al mercato degli uccellatori, infatti, risaliva soltanto al 18 gennaio scorso. Rapaci, ma anche cardellini, verzellini, fanelli e pettirossi sono tutte specie protette, la cui popolazione rischia di diminuire considerevolmente.

Per arginare il fenomeno del bracconaggio la Lipu propone di procedere, come avviene in altri posti, alle perquisizioni domiciliari oltre che al sequestro dei mezzi utilizzati a commettere l’illecito, come ad esempio l’automobile con la quale si trasportano e spesso si espongono gli esemplari di fauna selvatica. Sarebbe utile, infine, individuare i luoghi dove vengono detenuti i fringillidi, poiché sicuramente solo una parte degli animali è venduta in piazza, la restante viene commercializzata con altri metodi.

La LIPU rinnova inoltre l’appello ai cittadini di segnalare sempre alle Forze dell’Ordine tali fenomeni illeciti di commercio di fauna.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati