GEAPRESS – Abbandonate a Villafranca Padovana, in uno stagno pure in parte ghiacciato. Due femmine di Germano reale, senza anello di riconoscimento e con le ali amputate. Sono state così ritrovate dalle Guardie della LAC che hanno provveduto al ricovero delle due anatre presso un ambulatorio veterinario, non senza avere prima faticato per poterle recuperare. Le anatre, infatti, sono state soccorse grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco. Nella gabbia non vi era traccia di cibo. Stante le informazioni pervenute erano in quel posto abbandonate dalla fine della stagione venatoria.

Gli animali erano utilizzati dai cacciatori come richiami vivi. Poi, chissà perché, erano stati abbandonati al gelo di questi giorni. La Procura della Repubblica di Padova ha subito convalidato il sequestro mentre, finito l’iter giudiziario e se sarà possibile riabilitarle, verranno liberate in natura.

Siamo di fronte all’ennesimo caso – ha dichiarato Andrea Zanoni, eurodeputato IDV e Presidente della LAC del Veneto – di poveri animali usati come richiami vivi, per fare cioè da esca ed attirarne altri, da cacciatori senza scrupoli che li hanno detenuti costantemente per mesi in mezzo allo stagno in una gabbia senza alcun riparo da vento, sole pioggia, ecc…”

Di tale ennesimo episodio l’On.le Zanoni, eurodeputato al Parlamento europeo, metterà al corrente la Commissione Europea. Già nei giorni scorsi una analoga iniziativa era stata portata avanti. Gravi e diffuse illegalità nel mondo venatorio e poi blande previsioni di legge con le quali il nostro ordinamento punisce gli illeciti venatori.

I reati contestati per le due anatre lasciate al freddo di questi giorni (di notte le temperature hanno sfiorato i dieci gradi sotto zero) riguardano i reati di maltrattamento animali, abbandono di animali e furto ai danni dello Stato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTO: