GEAPRESS – In provincia di Benevento, Comune di Pietraroja, il Corpo Forestale dello Stato ha denunciato due uccellatori colti in flagranza di reato. Ai due è stato posto sotto sequestro un piccolo falco e due cardellini di cattura, oltre a rete, gabbiette ed alcuni richiami vivi.

In provincia di Salerno, invece, gli Agenti eco zoofili dell’ANPANA (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente) hanno portato a termine una brillante operazione anti bracconaggio. Gli Agenti dell’ANPANA, infatti, hanno sequestrato decine di uccelli di cattura stipati in piccole gabbie. Tra gli animali catturati e liberati anche quaglie, gazze e merli. Sequestrata inoltre l’attrazzature rivenuta ed utilizzata dai bracconieri per le catture illegali. Archetti a scatto  due reti ed un richiamo acustico (vedi foto).

L’ANPANA ha così portato a termine un’ operazione iniziata alcune settimane addietro con numerosi appostamenti. Il controllo dell’Associazione continuerà comunque con costanza anche al fine di contrastare un fenomeno come quello dell’uccellagione che nella sola Campania frutterebbbe oltre un milione di euro all’anno.

Nei giorni scorsi GeaPress aveva diffuso la notizia di uccellatori campani finanche in trasferta in altre regioni tra cui Toscana (vedi articolo GeaPress) Lazio (vedi articolo GeaPress) e Molise (vedi articolo GeaPress).(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).