piccione terraiolo caccia
GEAPRESS – Gli agenti del Comando stazione forestale di Gallipoli (LE) hanno provveduto a denunciare, nell’ambito delle attività di repressione del bracconaggio, un uomo di Nardò sorpreso in flagranza di reato mentre cacciava avifauna selvatica.

Si trattava dal Piccione terraiolo, appartenente ad una specie nei cui confronti l’attività venatoria non è consentita.

La scoperta è avvenuta  in località “Santa Chiara”, nella frazione di Boncore, comune di Nardò dopo un appostamento nella zona da parte dei forestali a seguito di segnalazione del Comando provinciale del CFS di Lecce nella quale venivano lamentate reiterate violazioni in materia venatoria in varie zone di caccia del comune di Nardò.

Sequestrato fucile da caccia utilizzato, con il relativo munizionamento e la fauna non cacciabile  abbattuta.

Nella stessa serata, sempre nel Comune di Nardo’, venivano elevate sanzioni amministrative, nei confronti di altri cacciatori  per inottemperanza alla normativa sulla caccia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati