cane coda elastico
GEAPRESS – Un cucciolo di appena quattro mesi. Un cane di razza Drathaar, ovvero un cane da ferma tedesco, trovato vagante in provincia di Napoli.

Nella coda, però, il suo padrone aveva ben stretto un elastico. In questa maniera, così come purtroppo è successo, si sviluppa la necrosi ed infine si provvede a spezzare la coda. Una pratica vietata dalla legge, quella del taglio della coda, e di certo non eseguibile con metodi così rudimentali. Una vera e propria vivisezione del povero animale che in tal maniera, secondo alcuni,  sarebbe stato più utile per la caccia.

Ed invece il cucciolo ritrovato vagante, è stato soccorso dai volontari animalisti dei luoghi. Già domani sarà sottoposto ad un intervento chirurgico, dal momento in cui la coda è ormai in putrefazione.

Nemo, così è stato chiamato il cucciolo, è di carattere dolce e socievole. L’indole, infatti, è vivace e giocosa anche se, con la coda troncata, non sarà più visibile il suo scodinzolare. Una pratica crudele che priva il cane di una importante capacità comunicativa.

I volontari, però, sono certi che si salverà e Nemo sarà così reso disponibile per l’adozione in una famiglia vera.

Purtroppo la pratica del taglio della coda è ancora diffusa. Tempo addietro il Corpo Forestale dello Stato fece irruzione in un noto allevamento del nord Italia di cani da caccia. Alla coda vennero ritrovati robusti elastici.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati