GEAPRESS – Due cacciatori sono stati denunciati, in stato di libertà, dalla Polizia di Stato del Commissariato di San Giuseppe Vesuviano (NA). Il reato contestatogli è concorso in tentata estorsione. La storia inizia nel mese di ottobre quando viene denunciata la sparizione di un cane padronale del valore di circa 4000 euro. Si trattava di un Setter inglese. Il padrone inizia a mettere annunci ed è anche disposto a ricompensare chi gli troverà il cane.

Il quattro gennaio, però, sente arrivare una richiesta estorsiva di ben 1000 euro. La Polizia si mette a lavoro e rintraccia Lula, questo il nome del Setter, in un appezzamento di terreno di proprietà di uno dei due cacciatori. Il cane viene subito portato presso l’Asl territorialmente competente la quale provvede all’esame del microchip. Si trattava proprio di Lula che è stata subito riconsegnata al suo padrone.

Le indagini della Polizia intanto proseguivano nella casa dei due cacciatori di 74 e 76 anni abitanti anch’essi nel vesuviano. Sequestrate, a scopo cautelativo, tutte le armi e pure una … sorpresina. Parti di un fucile detenuto illegalmente.(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).