Dal 1 settembre 2010 al 31 gennaio 2011 la strage è autorizzata … prima e  poi, nei giorni ufficiali di chiusura e nella notte ci pensano i cacciatori/bracconieri.  Ad agosto si organizzano le gare e le prove cinofile nelle Oasi di Protezione.  Dal 19 settembre si caccia anche nel Parco Nazionale.

Il 20 agosto la Giunta regionale, con la Delibera n°706,  ha  approvato il calendario venatorio.
Nelle Zone di Protezione Speciale (ZPS) la “Protezione Speciale” è garantita solo fino al 19 settembre!
In alcune di esse, come La Gallinola, Monte Miletto, Lago di Occhito, Torrente Tona, Località Fantina-Fiume Fortore, Lago di Guardialfiera-Foce Fiume Biferno e Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise la tregua (bracconieri permettendo!) solo fino al 1° di ottobre tranne che per gli ungulati.

La strage è così organizzata:
dal 1° settembre al 30 dicembre 2010: Allodole, Fagiani, Lepri comuni, Merli, Pernici rosse, Quaglie, Starne e Tortore;
dal 1°settembre 2010 al 31 gennaio 2011: Cornacchie grigie, Gazze, Ghiandaie, Volpi;
dal 19 settembre 2010 al 31 gennaio 2011: Alzavole, Beccaccie, Beccaccini, Canapiglie, Cesene, Codoni, Colombacci, Fischioni, Folaghe,
Frullini, Gallinelle d’acqua, Germani reali, Marzaiole, Mestoloni, Morette, Moriglioni, Pavoncelle, Porciglioni, Tordi bottaccio, Tordi tassello e Cinghiali;
per i Cinghiali è ammessa anche al caccia nelle Aziende Agri Turistico Venatorie!
dal 17 ottobre al 28 novembre 2010: Daini;
dal 17 ottobre al 28 novembre 2010: Caprioli, Cervi e Daini nelle Aziende Agri Turistico Venatorie!

I non residenti potranno cacciare dal 3 ottobre al 30 dicembre.
Martedì e Venerì dovrebbero essere giorni di silenzio venatorio.

Dulcis (dulcis?) in fundo, l’addestramento dei cani è permesso dalla Delibera di G.R. del 20 agosto dal 1°al 31 agosto anche nelle Zone di Ripopolamento e Cattura e nelle Oasi di Protezione, dove sono ammesse anche gare e prove cinofile.

Insomma, caccia aperta tutto l’anno.