capriolo cinghiale
GEAPRESS – Finiti a fucilate dai “cacciatori notturni”. Così la Provincia di Modena definisce i seguaci di Diana al centro dell’operazione portata a termine dai Carabinieri di Lama Mocogno (MO) in collaborazione con la Polizia Provinciale.

I fatti sono avvenuti nella notte tra sabato 5 e domenica 6 dicembre quando un automobile con alcuni cacciatori è stata fermata dai Carabinieri. Nel bagagliaio vi erano i corpi di un cinghiale e di un capriolo. Entrambi erano stati uccisi a fucilate. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Provinciale per i verificare eventuali illeciti relativi al rispetto della normativa sull’attività venatoria.

Un cacciatore è stato sanzionato per prelievo illecito di ungulati, mentre le carcasse degli animali venivano sequestrate. Sono tuttora in corso indagini da parte della Polizia Provinciale e Carabinieri per verificare eventuali altre irregolarità.

L’operazione è il frutto della costante collaborazione tra Polizia provinciale a Carabinieri per garantire il controllo del territorio al fine di prevenire e contrastare l’attività illecita di prelievo di fauna selvatica.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati