GEAPRESS – Secondo indiscrezioni pervenute a GeaPress, un gruppo di animalisti starebbe nuovamente tentando di bloccare la programmata uccisione dei cinghiali all’interno del Parco della Murgia materana. Tale evento, già verificatosi la scorsa settimana (vedi articolo GeaPress) sarebbe nuovamente pervenuto alle orecchie di chi è dissente, a seguito di una nuova fuga di notizie. Gli attivisti, adesso, si troverebbero nella Murgia Sant’Andrea.

Un provvedimento, quello dell’abbattimento dei cinghiali, che evidentemente non convince qualcuno all’interno dello stesso entourage dei selecontrollori come dello stesso personale del Parco. Risulta viceversa inspiegabile come con continuità la notizia perviene a chi è tenuto, in teoria, rigorosamente all’oscuro di tutto.

A quanto pare anche in questa occasione non ci sarebbero avvisi dello svolgimento della battuta ai cinghiali. La scorsa settimana, infatti, gli animalisti avevano denunciato la mancata segnalazione degli abbattimenti in corso. Un cartello che avvisava della presenza dei selecontrollori venne appoggiato ad una struttura in muratura (con pericolo di crollo) solo dopo la protesta che evitò ai cinghiali di finire impallinati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati