malta
GEAPRESS – Hanno aperto stamani alle 7.00 e chiuderanno alle 22.00 di oggi, i seggi elettorali  dove gli elettori maltesi si esprimeranno sulla caccia in periodo primaverile. Per la prima volta si potrà votare avendo compiuto i sedici anni e per la prima volta il Referendum non avrà valore consultivo.

Gli elettori nel caso di vittoria casseranno l’attuale disposizione che consente ai cacciatori maltesi di praticare la caccia in periodo primaverile.

Si tratta, come è noto, di una forma anacronistica di caccia, già condannata dall’Europa ma incredibilmente ancora ammessa, sebbene con particolari restrizioni, dal Governo maltese. Ad aggravare i pericoli per la fauna vi sono anche altre tradizioni venatorie che, sebbene vietate, sono ancora largamente praticate. Tra queste la caccia agli uccelli rapaci in migrazione.

Non pochi, sia in loco che in altri paesi europei, hanno però commentato che per vietare la caccia in periodo primaverile non occorreva un Referendum, essendo già tale pratica vietata.

La lobby della caccia, però, è ancora molto forte a Malta ed evidentemente le pressioni sul mondo politico devono essersi fatti sentire.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati