cicogna malta
Uno scarto di voti minimo, pari ad appena 5000 preferenze in più per il SI, ed un 51% di elettori che sancisce il mantenimento delle anacronistiche cacce primaverili.

Questo il risultato del Referendum sulla caccia di tradizione (vedi articolo GeaPress) che ha ricevuto il significativo parere favorevole  sia del Primo Ministro (Partito Laburista), che dei leader dell’opposizione nazionalista. Una campagna elettorale, quelle dei cacciatori, tutta centrata sul mantenimento dell’hobby, senza mai mostrare fucili o animali morti. Infine, secondo i giornali locali, sembra essere stato l’appoggio di appassionati di altri hobby, come il tiro al volo e quelli motoristici, a fornire la marcia in più per ribaltare i pronostici che fino a pochi giorni prima davano per certa la vittoria del NO. In altri termini, ora tocca ai cacciatori, domani a voi.

Un risultato che non mancherà di sollevare polemiche, anche perchè tali tipi di caccia sarebbero vietati dalle Direttive comunitarie.

Quello che è certo è che circa il 75% degli elettori si è recato alle urne (il 3% in più del referendum, sul divorzio) con code nelle zone dove maggiore era la presenza dei cacciatori. Sia in campo ambientalista, ma anche nei giornali maltesi, sono stati denunciati casi di volantinaggio che sarebbero stati operati da cacciatori ed elementi afferenti alla sinistra maltesa.

Da martedì prossimo, dunque, al via la caccia primaverile.

Nelle strade maltesi sono segnalati numerosi caroselli di macchine di cacciatori.

Da rilevare, comunque, quanto dichiarato dal  Primo Ministro maltese. La prossima stagione di caccia primaverile sarà l’ultima nel caso dovesse continuare l’abbattimento di specie di uccelli protetti dalla legge. I protezionisti, intanto, annunciano l’inizio dei campi antibracconaggio. Malta, dunque, si prepara ad una primavera molto calda.

Lo scorso autunno fece molto scalpore il caso di un gruppo di cicogne impallinate sotto gli occhi di decine di protezionisti provenienti da diversi paesi stranieri. Uno di questi animali era stato inanellato in Italia, vicino Udine.

VEDI AGGIORNAMENTO RISULTATI ELETTORALI

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati