cabs volontario
GEAPRESS – Un caso curioso che arriva da Malta nell’eterna battaglia che dovrebbe contrapporre i protezionisti del CABS e Birdlife contro i bracconieri. In questo caso, però, il fatto assume toni surreali.

Una nota diffusa sia dal CABS che da Birdlife, informa che entrambe le associazioni sono state denunciate da una federazione di cacciatori che li avrebbero accusati di intercettare illegalmente i cellulari dei trappolatori locali, al fine di influenzare il verdetto della Corte di Giustizia Europea.

Come è noto Malta continua ad autorizzare forme di caccia vietate nel resto dei paesi UE, come nel caso della cattura di alcune specie di fringillidi. A quanto sembra, nel caso dell’antenna-gate, sarebbe stato detto che si era in possesso di prove consistenti che avrebbero incriminato le … spie straniere. Una misteriosa antenna, infatti, sarebbe stata piazzata nelle campagne maltesi per intercettare le conversazioni dei seguaci di Diana. Il quotidiano Maltatoday ha ora svelato cosa era in realta quella “apparecchiatura di spionaggio”: un sismografo dell’Università di Malta.

Ci facciamo quattro risate o li denunciamo per calunnia?“. Questo quanto commentato dal CABS dopo l’uscita dell’articolo.

Malta, come è noto, ha una delle percentuali più alte al mondo di cacciatori. E’ altresì accusata di gravi e ripetuti atti di bracconaggio.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati