GEAPRESS – I quattro grossi cani erano stipati, tutti all’interno di un cofano d’automobile. Non solo non avrebbero potuto stare in piedi ma neanche muoversi. Constata la situazione di grave sofferenza i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Montella (AV) hanno così subito provveduto a liberali e denunciare il cacciatore per maltrattamento di animali alla Procura della Repubblica di Sant’Angelo dei Lombardi. Il fatto è avvenuto nel corso dei servizi dei Carabinieri disposti lungo la SS7 Ofantina bis.

I cani erano adibiti sia per la caccia che per la ricerca dei tartufi. Tali tecniche di trasporto non sono affatto insolite nel mondo della caccia. Tra l’altro, nel passato, sono stati numerosi i casi nei quali i Carabinieri della Compagnia di Montella hanno dovuto constatare le precarie condizioni di igiene ed i luoghi angusti in cui gli animali venivano custoditi e/o trasportati. Questo anche grazie alla proficua attività info-operativa sulla quale si sono basati numerosi servizi volti ad individuare i responsabili di maltrattamenti e/o abbandono di animali. Attività confortata anche da alcuni spunti informativi derivanti dall’approfondita conoscenza del territorio e della realtà locali.

I controlli della Compagnia di Montella continueranno su tutto il territorio nell’ambito dei servizi predisposti dal Comando Provinciale di Avellino, finalizzati alla prevenzione e la repressione dei reati connessi al maltrattamento di animali. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).