cinghiale
GEAPRESS – Con la motivazione di voler tutelare la vendemmia e la sicurezza dei cittadini, la Giunta Regionale ligure ha deliberato, venerdì 18 settembre alle ore 18.10, di “anticipare, per le squadre regolarmente costituite ed i singoli autorizzati, al 20 settembre l’apertura dell’esercizio venatorio al cinghiale sul territorio ligure venabile..”.

Sul fatto è intervenuta l’ENPA che sottoliena come in questo caso sarebbe stato utilizzato “uno stakanovismo ed una prontezza ignoti per altre cause davvero urgenti”.

L’ENPA, però, si chiede perché non sia stata limitata la caccia al cinghiale solo nelle zone attorno ai vigneti. Questo anche la fine di raggiungere l’obiettivo prefissato. In questa maniera, invece, si sarebbe consentito di cacciare ovunque, “cioè in tutti i territori cacciabili e quindi anche nei terreni dove non vi sono vigneti, ovvero nei boschi dove in questi giorni si recano i cercatori di funghi”.

La Protezione Animali sottolinea a questo proposito, il rischio di rimanere coinvolti in un incidente di caccia a causa dei boschi ricoperti ancora da folto fogliame.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati