cane caccia
GEAPRESS – Secondo il Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste Liguri tutto parrebbe essere nato da un tentativo di aggirare un parere dell’ISPRA che aveva consigliato alla regione Liburia di consentire l’allenamento dei cani da caccia a partire da mese di Settembre e non da Agosto.

L’articolo ora additato è però passato con un refuso e la Regione Liguria del presidente Toti (osannato da alcuni settori animalisti) invece di disciplinare gli alleNamenti dei cani da caccia ha di fatto vietato gli alleVamenti degli stessi e per un periodo di certo non marginale. Si tratterebbe, infatti, di ben 11 mesi l’anno.

Il Coordinamento riferisce di una “consonante galeotta” che ha fatto prendere fischi per fiaschi ad una delle Regioni più criticate per il suo presunto orientamento filo venatorio. Orientamento che evidentemente a mantenere nonostante il cambio dei Presidenti. L’articolo, infatti, parrebbe avere goduto di un’ampia maggioranza.

A finire ai confini della lingua italiana è ora la Legge Regionale varata per la “semplificazione e la crescita”. Qui sarebbe stato “infilato” l’articolo per autorizzare l’allenamento dei cani da caccia dal 15 agosto alla seconda domenica di settembre. Con il comico errore il tutto suonerebbe, però, come un divieto ad allevare cani da caccia tutto l’anno eccetto che dal 15 agosto alla seconda domenica di settembre!

Per le associazioni quanto successo coprirebbe di ridicolo il “costosissimo Consiglio Regionale”.

Intanto, con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, il divieto è diventato Legge, anche se non si è capito bene contro che cosa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati