ibis fiume
GEAPRESS – Secondo il Waldrapp, che sta curando il progetto di reintroduzione dell’Ibis eremita in Italia, occorrono urgentemente misure rigorose contro il bracconaggio.

L’annuncio arriva dopo il ritrovamento dell’Ibis Tara, ucciso in provincia di Vicenza. Già il primo settembre l’Ibis eremita KATO era stato ucciso in provincia di Grosseto, ossia, sottolinea il Waldrapp, il primo giorno di apertura della caccia in Toscana. Un mese dopo, il 8 Ottobre, l´Ibis eremita TARA è stato trovato ucciso vicino a Thiene, in provincia di Vicenza.

TARA era uno degli uccelli più anziani ed esperti della popolazione reintrodotta. L´incidente è avvenuto durante una sosta intermedia del suo viaggio verso l´area di svernamento. Linda Nowack, un membro del Waldrappteam, e un poliziotto hanno trovato il cadavere di TARA.

Sono ancora sconvolta – ha dichiarato la collaboratrice del Waldrapp – Non riesco a credere che quest’uccello meraviglioso è stato ucciso. Il cacciatore ha lasciato il cadavere in un piccolo fiume, come se fosse un rifiuto. Che tipo di persona è una che fa qualcosa del genere?

Nel periodo compreso tra il ritrovamento di TARA e KATO, un totale di 17 Ibis eremita ha migrato nel Nord dell’Italia, dirigendosi verso la Toscana. L´uccisione di due dei 17 uccelli rappresenta un tasso altissimo di abbattimenti. E’ evidente, afferma sempre la nota di Waldrapp, che il bracconaggio non è una trivialità ma una seria minaccia per le specie minacciate come l´Ibis eremita.

Il Waldrapp, chiede alle associazioni venatorie, in alcuni casi parter del progetto, di agire in modo deciso e coerente contro la minoranza dei loro membri che cacciano illegale le specie protette. Queste persone devono essere condannate ed escluse dalla comunità dei cacciatori. I bracconieri danneggiano seriamente la reputazione internazionale dell´Italia e particolarmente dei cacciatori italiani.

Nel corpo dell’Ibis, oltre ai pallini da caccia, è stato trovato un proiettele dalle forma più squadrate, che sarebbe ricollegabile a dun colpo proveniente da un fucile ad aria compressa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati