cinghiale laccio
GEAPRESS – Un uomo denunciato dagli agenti del Corpo forestale dello Stato perchè ritenuto responsabile dell’uccisione di un cinghiale catturato con un laccio metallico. Il fatto è accaduto a Monterosso al Mare, in provincia di La Spezia, nella mattinata del 23 Febbraio. Il luogo, spiega la Forestale, si trovava a breve distanza dall’abitato e dalla strada provinciale.

Alcuni colpi di fucile avevano causato l’allarme e l’immediato intervento della pattuglia del Corpo Forestale dello Stato. Venivano così rinvenute evidenti tracce di sangue, riconducibili ad un animale catturato e trasportato dentro una baracca in un terreno privato. Venivano così condotti gli accertamenti sul proprietario che risultava in possesso di porto d’armi uso caccia. All’interno della proprietà sono stati sequestrati alcuni lacci di acciaio e il cinghiale ucciso, un esemplare di circa 40 chili.

I reati ipotizzati sono molteplici, dall’utilizzo abusivo di armi e di mezzi di cattura vietati, al maltrattamento ed uccisione di fauna selvatica all’interno di un’area protetta.

La gravità dell’episodio, afferma la Forestale, è allarmante per la mancanza di rispetto delle norme di tutela ambientale e per la minaccia all’incolumità pubblica, provocata dall’utilizzo di strumenti di cattura non consentiti e di armi da fuoco in luoghi frequentati.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati