ischia uccello morto
GEAPRESS – Decine di spari hanno accolto negli ultimi giorni l’arrivo degli uccelli migratori nell’isola di Ischia (NA). Ad affermarlo è la sezione locale dell’ ENPA  che riporta di numerosi uccelli approdati in queste ore a causa del maltempo. Si tratta, in particolare, di stiaccini, sterpazzole, ma anche balie nere e dal collare, oltre che cutrettole, rondini e gruccioni. Non sono mancati  i rapaci, come nel caso dei Falchi pecchiaioli che ormai da alcuni giorni si iniziano a vedere nei cieli italiani.

Gli animali, infatti, abbandonano in questo periodo le zone di svernamento africane. Dopo avere volato sul  Sahara ed il Mar Mediterraneo per raggiungere le aree di nidificazione europee, rischiano di morire “accolti” da una rosa di pallini di piombo.

Per la Protezione Animali non è un caso che proprio in questo periodo l’attività di fucileria è stata più intensa.

Nei luoghi, a contrastare l’azione dei bracconieri, stanno per fortuna operando, in piena sinergia, le Guardie volontarie dell’ENPA e del WWF. Nelle zone calde, conclude la nota dell’ENPA, “limitando il massacro”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati