GEAPRESS – Un vero e proprio attentato rivolto ai Carabinieri di Ischia (NA) impegnati nell’azione antibracconaggio. Due automobili del Comando Stazione di Barano d’Ischia finite imbrattate di vernice verde. Un atto, secondo la LIPU, sicuramente da ricollegare ai recenti interventi ai danni dei bracconieri, condotti dal nuovo Comandate del Comando Compagnia, Capitano Melissa Sipala (vedi articolo GeaPress). Il responsabile dell’inqualificabile gesto è stato già individuato, grazie all’esame dei filmati raccolti dalle telecamere di vigilanza. Stamani è stato interrogato dagli stessi Carabinieri.

Ringraziamo per l’impegno profuso e per l’alto senso istituzionale i Carabinieri guidati dal Capitano Melissa Sipala – commenta il Presidente della LIPU, Fulvio Mamone Capria – ai quali va la nostra solidarietà più sincera. Lo Stato non deve farsi intimidire da questi delinquenti ma deve, in modo convinto, ancor più rafforzare l’azione contro chi non rispetta le regole di tutela della natura e quelle della convivenza civica.”

La LIPU ricorda a tal proposito il clima da far west determinato dai cacciatori di frodo dell’isola, già responsabili di atti di aggressione alle Guardie della LIPU. Un fenomeno mai realmente stigmatizzato dalle stesse associazioni venatorie del posto, dalle quali ora la LIPU si aspetta almeno un atto di solidarità con i Carabinieri.

Nei giorni scorsi la LIPU di Ischia aveva riferito di un clima di inaccettabile tolleranza, purtroppo condiviso nell’isola. Cacciatori che sparano tutto l’anno ed in modo particolare ai migratori, sia autunnali, come in questo periodo che primaverili.

Gli ultimi interventi antibracconaggio erano avvenuti a Piano Liguori. I Carabinieri e le Guardie della LIPU, appostati fin dall’alba, avevano denunciato una persona del posto trovata ad abbattere specie protette. Numerosi animali, inoltre, erano stati recuperati dai volontari. Taccole, un barbagianni ed un gheppio. Poi anche un Airone guardabuoi finito impallinato. Solo per quest’ultimo si è ora certi della piena riabilitazione e della sua prossima liberazione.

RETTIFICA: secondo quanto emerso dalle indagini sul gesto vandalico compiuto ai danni dei Carabinieri, non vi sarebbero collegamenti con il fenomeno del bracconaggio. Lo sottolinea la LIPU – Birdlife Italia che ringrazia l’Arma dei Carabinieri per l’impegno profuso nella lotta all’illegalità, chiedendo altresì di proseguire nella repressione  e prevenzione del bracconaggio e delle numerose attività venatorie illegali ancora commesse sull’isola. La notizia relativa all’ipotesi di collegamento era stata diffusa stamani da altra Agenzia di Stampa

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati