rinoceronte indiano
GEAPRESS – Tre bracconieri uccisi ed altri due che si sono dati alla macchia. E’ questo il bilancio del nuovo intervento di polizia avvenuto all’interno del Parco Nazionale Kaziranga, nello stato indiano dell’Assam.

Il gruppo di malviventi è stato intercettato due notti addietro nell’area di Kanchanjuri, all’interno del Parco Nazionale. I bracconieri hanno subito aperto il fuoco contro le forze di polizia. Uno scontro  durato nel complesso quasi tre ore con  i bracconieri asserragliati nella boscaglia nel tentativo di darsi alla fuga. Un rastrellamento è in atto nel tentativo di individuare i due fuggiaschi.

I Rangers hanno posto sotto sequestro fucili mitragliatori e relativo munizionamento, oltre telefoni cellulari e materiale di sostentamento che era in possesso del gruppo. I bracconieri, stante quanto comunicato dal Dipartimento delle Foreste, era interessato all’uccisione dei rinoceronti ed al prelevamento dei corni che sarebbero con tutta probabilità finiti nel mercato della medicina tradizionale cinese.

In tutto, quest’anno, sono stati uccisi una trentina di bracconieri mentre altrettanti sono finiti in  manette.

Arresti di bracconieri anche in Sudafrica, altro punto caldo del bracconaggio in danno dei rinoceronti. In questo caso caso i Rangers sono intervenuti in un’area privata della provincia del Limpopo. Tre persone, sospettate di essere bracconieri di rinoceronte, sono stati posti in stato di arresto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati