silvana amati
GEAPRESS – L’ultimo incidente ricordato dalla Senatrice Silvana Amati (PD) è quello avvenuto poche ore prima della chiusura della stagione venatoria del 31 gennaio scorso. Un adolescente rimasto ucciso dal fucile del padre durante una battuta di caccia.

IL tutto è ora contenuto in un interrogazione che la Senatrice PD rivolge al Ministro dell’Interno Angelino Alfano. “Da un monitoraggio effettuato dalla Lega per l’Abolizione della Caccia – riferisce la Senatrice – dal 2012 ad oggi si sono registrati complessivamente 79 morti e 265 feriti per cause collegate direttamente o indirettamente all’attivita’ venatoria“. Per questo si chiede sapere “quali misure intendano adottare per affrontare il problema dei numerosi incidenti direttamente o indirettamente collegati all’attivita’ venatoria e il grave rischio per la salute e l’incolumita’ di terzi” e le “valutazioni rispetto alle possibili conseguenze di una prolungata diminuzione dei controlli su scala nazionale, in particolare per quanto riguarda comportamenti illeciti o attivita’ criminali come il bracconaggio”.

L’interrogazione è altresì rivolta anche ai Ministri delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Maurizio Martina e dell’Ambiente, del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati