GEAPRESS – Cacciatori detentori illegali di fauna e trofei e pure in fuga con lo zaino contenete il fucile con il proiettile in canna. Questo il più clamoroso dei ritrovamenti eseguiti a Marter,  in Trentino, nel corso di un intervento congiunto di Carabinieri, Forestali, Guardia di Finanza e locali Guardiacaccia.

La casa del cacciatore non solo risultava “arredata” con lucherini e frosoni (specie protette dalla legge) subito liberati dalla Forestale, ma nei muri vi erano mummificate svariate teste di caprioli, cervi, camosci e cinghiali. Nessuna indicazione sull’origine dei trofei così come parte delle armi risultavano custodite in luoghi diversi da quello dichiarato.

Poi l’ulteriore sorpresa: fari per la caccia notturna, una carabina non denunciata ed uno strano sacco. Appena le Forze dell’Ordine si sono accorte della sua presenza, uno dei due cacciatori lo strappava dalle mani dei Carabinieri e tentava la fuga. Nel sacco risultava contenuto un fucile Thompson con canna accorciata, filettata e senza matricola, corredato da corrispettivo silenziatore e cannocchiale. L’arma aveva il proiettile in canna. Per il possesso irregolare delle armi i due sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Rovereto.

A Brescia, invece, il Corpo Forestale dello Stato provvedeva a controllare altri cacciatori trovandoli in possesso di mezzi di cattura illegali e di uccelli non inanellati. La penosa situazione venatoria italiana consente facili falle nel sistema giuridico che vieterebbe l’utilizzo di animali vivi come richiami.

Gli uccelli da richiamo, ove consentito, dovrebbero avere degli anelli di riconoscimento. Nel caso dei cacciatori ora fermati, non ottemperavano neanche a quello. In tutto ben sedici anatre erano state catturate con l’ausilio di una ingegnosa gabbia trappola che consentiva l’ingresso, ma non l’uscita, ai selvatici. L’appostamento, così come i permessi di caccia, risultavano in regola. Le modalità di caccia erano invece tipiche del più volte incontrato cacciator-bracconiere. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

Vedi photo gallery: