bracconaggio
GEAPRESS – Un luogo predisposto per la caccia notturna. Questo quanto rinvenuto dal Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale, Servizio territoriale ispettorato ripartimentale di  Iglesias, in località ”Cungiaus”. Sul posto sono stati trovati indumenti e munizioni da caccia, che erano stati attentamente occultati tra la vegetazione.

Proprio da questo ritrovamento, si sono avviate le indagini eseguite d’iniziativa dalla Polizia Giudiziaria dell’Ispettorato Ripartimentale di Iglesias. Un’indagine altresì rivolta alla ricerca di armi e munizioni eventualmente utilizzate per la caccia di frodo.

Veniva così individuato un uomo residente nei luoghi per il quale si è provveduto alla perquisizione  di locali oltre che delle pertinenze degli stessi e automezzi che lo stesso aveva in uso. Ad essere sottoposte a sequestro penale e amministrativo sono state munizioni da caccia detenute illegalmente, torce modificate ad arte per la caccia notturna, un sofisticato visore notturno e svariate trappole notoriamente utilizzate per la cattura di selvaggina di piccola e media taglia.

Oltre a ciò è stato scoperto che lo stesso soggetto avrebbe provveduto a ripulire dalla guaina in plastica che le avvolgeva, alcune matasse di filo di rame  ritenute dagli inquirenti di dubbia provenienza. Il rame era stato ottenuto bruciando le matasse. Una pratica, sottolinea la Forestale, illecita e che produce sostanze molto inquinanti e pericolose per la salute pubblica. Si è quindi proceduto al sequestro penale di tali matasse.

I reati contestati riguardano l’accusa di esercizio di caccia in luogo e tempo di divieto generale, detenzione e porto abusivo di munizioni da caccia, gestione illecita di rifiuti e loro combustione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati