cacciatore lampedusa
GEAPRESS – Più di duecentotrenta preti cacciatori che andrebbero scomunicati. Lo chiede a Papa Francesco l’AIDAA che ricorda come tali persone imbracciano il fucile e vanno per boschi a sparare (ed uccidere) gli animali.

La caccia preferita da tali preti sarebbe quella al cinghiale o al fagiano, ma non disdegnano, sempre a detta dell’AIDAA, lepri e varie specie di uccelli. Buona parte di loro sono  concentrati in regioni quali il Piemonte, il Veneto, ma se ne contano anche in Umbria, Toscana ed Emilia; possiederebbero diversi fucili che sicuramente non sono strumento di pace e amore.

Da qui la decisione del presidente di AIDAA Lorenzo Croce di scrivere una lettera aperta a Papa Francesco dove si invita a scomunicare i preti che praticano la caccia perchè “in contrasto con i principi di amore dettati dal Cristianesimo”.

CLICCA QUI per ricevere la NEWSLETTER di GEAPRESS

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati