uccelli sacco
GEAPRESS – Gli uomini del Corpo Forestale, Comando Provinciale di Firenze e del Comando di Stazione di Ceppeto, con la collaborazione dei Carabinieri e del Servizio Veterinario dell’ASL,  hanno proceduto al sequestro di 470 chili di uccelli morti. Gli animali erano contenuti all’interno di scatole di cartone in un veicolo proveniente dalla Romania che è stato intercettato a Firenze e diretto a Brescia.

Nel tardo pomeriggio di ieri, una pattuglia dei Carabinieri di Calenzano, ha notato infatti, nei pressi dell’uscita dell’Autostrada A1, alcuni soggetti intenti a scambiarsi delle grosse scatole. Alla richiesta dei militari di aprire i pacchi gli uomini hanno mostrato centinaia di uccelli morti. I Carabinieri hanno pertanto richiesto l’intervento del Corpo Forestale di Firenze. Giunti sul posto gli Agenti della Forestale hanno proceduto con gli accertamenti portando alla luce un commercio illecito di fauna selvatica.

Centinaia di esemplari morti di allodole, beccaccini e quaglie molti dei quali già privati delle piume e delle zampe, racchiusi in grossi scatoloni di cartone, il che ha fatto insospettare gli agenti del Corpo Forestale che potessero essere occultati anche esemplari protetti.

Gli animali trasportati, sottolinea la Forestale, erano “ufficialmente” provenienti dalla Romania e diretti a Brescia. Tuttavia il trasportatore aveva già percorso mezza Italia consegnando gli uccelli, di cui anche molte specie acquatiche, a vari acquirenti contattandoli via cellulare e incontrandoli alle uscite dell’autostrada. Sempre secondo la Forestale  il carico sarebbe stato accompagnato da documenti falsificati. Per questo non sarebbe stato possibilerisalire alla tracciabilità nemmeno dal punto di vista della sicurezza alimentare. Ad intervenire anche personale del Servizio Veterinario dell’ASL.

Gli uomini del Corpo Forestale hanno proceduto a sequestrare il carico, circa 470 chili di avifauna, e rimandando a casa a mani vuote 10 soggetti che si erano presentati fuori dal casello dell’autostrada per ritirare parte del carico.

Al momento della catalogazione necessaria per il verbale, gli agenti hanno fatto un’altra scoperta. Occultati in mezzo alle centinaia di piccoli volatili anche esemplari protetti non cacciabili. Il carico è adesso custodito presso la sede della polizia provinciale, le indagini sono ancora in corso.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati