GEAPRESS – Speriamo che almeno ascolti Dacia Maraini. Dal Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, dipende infatti la vita (o la morte) di oltre 500.000 piccoli uccelli canori che a partire dal sei ottobre potrebbero finire impallinati. Rispondendo ad un appello della LAC (Lega per l’Abolizione della Caccia) la scrittrice Dacia Maraini, infatti, ha invitato il Presidente Zaia a lasciar perdere con le cacce in deroga. Questo anche perché la Corte di Giustizia Europa ha già condannato l’Italia al pagamento di pesanti sanzioni proprio a causa di analoghi procedimenti già adottati in Veneto.

Giova appena ricordare che le multe non vengono addebitati ai cacciatori e men che meno ai politici irresponsabili. Li pagano i cittadini tutti. Domani, pertanto, Zaia dovrà decidere cosa fare. Se approvare un nuovo provvedimento illegittimo e probabilmente farla pagare a tutti o salvare la vita agli uccellini in migrazione attraverso il Veneto. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).