frosone
GEAPRESS – A partire da oggi nell’arcipelago maltese, si potranno catturare 32.200 uccelli protetti dall’Unione Europea. Questo nonostante gli uffici di Bruxelles hanno già fatto intendere il prossimo deferimento alla Corte di Giustizia Europea.

L’uccellagione è infatti vietata nei paesi dell’Unione, e le deroghe previste solo in particolari situazioni, diventeranno probabilmente l’oggetto del ricorso che potrebbe costare caro ai cittadini maltesi. Fanelli, verdoni, fringuelli, frosoni, cardellini, verzellini e fanelli, finiranno così nelle reti dei cacciatori maltesi con il rischio di incrementare, come già è stato denunciato l’anno scorso, il traffico illegale dalla Sicilia e dalla Calabria.

A dare comunicazione dell’odierna apertura della stagione di uccellagione è il CABS, che ricorda di avere già attivato tutti i canali in Europa per bloccare prima possibile una pratica altrove vietata.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati